In attesa dell’apertura del nostro marketplace, ti sveliamo la collezione di attaccapanni e appendiabiti realizzati artigianalmente da Quello Sbagliato, veri e propri complementi d’arredo frutto di un grande lavoro di ricerca di stoffe vintage, di ganci per appendere e pomelli di vetro retrò. Siamo certe che ti piaceranno!

Quello Sbagliato è un blog di arredamento, abbigliamento e lifestyle vintage. Ti consigliamo di seguirlo per raccogliere suggerimenti e consigli su come arredare e decorare la tua casa mixando insieme mobili e complementi d’arredo moderni con i pezzi iconici dell’arredamento vintage e shabby chic.

Con l’occasione del lancio della Luxury collection, che sarà in vendita in esclusiva sul nostro marketplace, abbiamo aperto le porte di “Casa Heyfoo” e abbiamo intervistato Andrea Bruno per scoprire le sue fonti di ispirazione e i suoi progetti.

Come nasce la tua attività creativa? Dove hai imparato?

Sin da bambino ho avuto la mania di recuperare vecchi oggetti dalla strada e di portarli a casa. Ricordo ancora gli sguardi che mio padre mi lanciava quando mi vedeva varcare la soglia con un nuovo oggetto tra le mani: preannunciavano le urla di mia madre. Ma io non mi lasciavo intimorire. Distoglievo lo sguardo e mi dirigevo velocemente verso la cucina che era diventata il mio piccolo laboratorio. E mentre io mi divertivo a smontare e rimontare qualsiasi cosa, mia madre era ormai sull’orlo di una crisi di nervi.
La nostra casa faceva concorrenza ai migliori mercatini dell’usato presenti in città. Andavo fiero del laboratorio che mi ero costruito e loro, alla fine, assecondavano la mia passione e mi aiutavano. Mio padre è stato, ed è ancora oggi, il mio maestro. Passavo interi pomeriggi armeggiando con pinze, pennello e martello cercando di dare la mia personale interpretazione ad ogni singola cianfrusaglia. Avevo la pretesa di far diventare ogni oggetto un pezzo unico. I vecchi ferri da stiro in ghisa diventavano delle discutibili macchinine e i vecchi telai rotondi da ricamo degli improbabili cappelli.
A distanza di qualche anno, ahimè, il copione è rimasto sempre lo stesso. La mia passione per il vintage è cresciuta a dismisura ed oggi è diventata il mio lavoro. Vivo perennemente girovagando tra i mercatini e i negozi dell’usato alla disperata ricerca del ‘pezzo giusto’ che, detto da Quello Sbagliato, è una garanzia. La mia è una vera e propria ‘dipendenza’ che ha trovato la sua massima espressione nel mio blog e nella linea di appendiabiti e appendi guinzaglio. Li produco personalmente, mixando insieme stoffe dal fascino retrò con ganci vintage di metallo e pomelli di vetro recuperati da vecchie credenze.
Da mia nonna, invece, ho ereditato la passione per le ricette di bellezza e i profumi. Proprio in questi giorni ho lanciato e sto promuovendo il mio primo profumo: Eau de Vintage. La fragranza unisex che ho realizzato in collaborazione con Melograno Antico.
Penso che un buon profumo sia sempre un ottimo biglietto da visita!

Come definiresti il tuo stile?

Romanticamente contrastante. Amo giocare con i contrasti. Sono stato sempre affascinato dagli ambienti eleganti e sofisticati ma in cui sono inseriti degli elementi di ‘rottura’. Il segreto? Non aver paura di osare! Mi diverto ad abbinare oggetti vintage, dalle forme meno lineari e dai colori più accesi, a complementi d’arredo con un’anima più romantica e shabby. Alcuni pezzi di antiquariato, se ben contestualizzati, possono dare ‘carattere’ e rendere unici anche gli spazi più moderni. Non amo la monotonia nella vita, figuriamoci in casa!

Da dove trai ispirazione?

Dormo pochissimo e di giorno sono sempre di corsa. Di conseguenza le ore notturne sono per me il momento migliore per navigare nel web e trarre ispirazioni per il mio blog, soprattutto dal punto di vista grafico. Sui social seguo pochissime persone, ma i loro scatti mi emozionano tantissimo! Rimangono, però, i negozi e i mercatini dell’usato ad alimentare la mia creatività. È il contatto diretto con gli oggetti che è fonte continua di stimoli e di ispirazioni per la mia attività.

Quali sono i tuoi sogni e progetti per il futuro?

Sono un eterno sognatore ma sono anche una persona molto concreta e, soprattutto, testarda. Ho sempre combattuto per realizzare e portare a termine ciò in cui credo. I sogni non sono fatti per rimanere chiusi nei cassetti, non è il loro posto! Vorrei aprire un mio B&B, magari in un vecchio casale. Mi piacerebbe che ci fosse all’interno un laboratorio creativo dove tenere dei corsi e degli incontri inerenti agli argomenti del mio blog. L’arredamento dovrà essere caratterizzato da materiale di recupero e da vecchi oggetti del passato.
Chi ci entrerà dovrà respirare il mio amore per le cose semplici: quelle di una volta e che non ti tradiranno mai.

Che cosa ami del vintage?

Il vintage è la mia vita. L’amore per gli oggetti con una storia da raccontare e capaci di regalarmi un’emozione al primo ‘incontro’. Entrano nei miei luoghi e li trasformano, rivestendoli di un’eleganza e di una luce fuori dal tempo.

Prima di salutarti, svelaci il tuo segreto per rendere unica la casa.

L’amore per ciò che ci circonda. Siamo noi a scegliere cosa ci fa stare bene. Sempre! Quando si arreda una casa non bisogna mai avere fretta, ma sapere ascoltare e ascoltarsi. Esattamente come nella vita. Gli oggetti e le persone si scelgono solo con il cuore.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

17 − five =